febbraio 2014 |  http://www.cesariodeiako.blogspot.com

24 febbraio 2014

SALVARE AUTOMATICAMENTE IN .DOC I DOCUMENTI DELLE NUOVE VERSIONI DI WORD



In molte aziende spesso sono presenti dei computer con versioni di Windows e di Office differenti, infatti non è raro imbattersi in computer che per ragioni di licenza esegue ancora Word 2000 o 2003.
Come è ormai noto le versioni di Office dal 2007 in poi salvano i documenti in formati codificati che permettono maggiori personalizzazioni all'interno del documento ma non consentono l'apertura dei file creati con le nuove versioni di Word senza appositi pacchetti di compatibilità.
Per fortuna esiste un metodo che permette il salvataggio automatico dei documenti utilizzando i vecchi formati di office (.doc) in modo trasparente per l'utilizzatore:
come prima cosa aprire Microsoft Word 2007 o successivo, cliccare sul pulsante di salvataggio e successivamente su "Opzioni".
Ora portarsi sulla scheda "Salvataggio" e selezionare la voce "Documento di Word 97-2003 (*.doc)" dal menù a discesa denominato "formato salvataggio dei file" ed infine confermare il tutto cliccando su "Ok".
Da questo momento i documenti verranno salvati automaticamente in .doc e potranno essere letti da tutte le versioni di Word in circolazione.
P.S. La procedura qui illustrata si può applicare anche agli altri software facenti parte di Microsoft Office 2007 o successivo.

21 febbraio 2014

SAPERE SE IL PROVIDER LIMITA LA BANDA



Molti provider italiani limitano la banda a disposizione di un cliente quando la rete è in sopraccarico solo per alcune attività (come ad esempio il per to per o lo streaming video) .
Per sapere se il vostro provider limita il traffico a disposizione è possibile affidarsi allo strumento gratuito denominato Glasnost.
L'applet java in questione controlla con molta efficacia se l'ISP con il quale si è stipulato un contratto limita il traffico per determinati protocolli di rete.
Per iniziare i test è necessario cliccare sul link a fine post e successivamente cliccare sul pulsante "Start testing".
Ora verrà visualizzato un avviso di protezione di JRE che avverte che l’applet in questione non dispone di una firma digitale, quindi per autorizzare l'utilizzo inserire il flag sulla voce "accetto il rischio e desidero eseguire quest'applicazione" e cliccare sul pulsante "Esegui".
Al termine dei test Glasnost visualizzerà il rapporto finale indicando se il provider utilizza limitazioni di banda.
I messaggi di colore verde stanno a significare che L'ISP non blocca il traffico dati.
Nota Bene: Un requisito essenziale per eseguire Glasnost è la presenza di JRE sul sistema in uso.
Per Collegarsi con Glasnost fare riferimento a questa pagina.

15 febbraio 2014

SIMULARE COMPORTAMENTO RETE CON GNS



Quando si progetta una rete Internet spesso occorre provare la configurazione prima di spendere soldi inutilmente per l'acquisto dei dispositivi; tuttavia non è semplice trovare degli apparati fisici per sperimentare il funzionamento del progetto di rete.
Per fortuna ci viene in aiuto il simulatore di rete Graphical Network Simulator che ci permette di provare virtualmente in modo molto preciso le varie configurazioni senza spendere un solo centesimo.
Il software è un’ ottima alternativa all'ormai noto Packet Tracer prodotto da Cisco e dispone di un’ interfaccia più semplice di quest'ultimo e non richiede alcuna registrazione per l'installazione.
I progetti di rete si possono esportare e stampare anche in formati immagine come tif, bmp e jpeg.
Attenzione:
Per gli utenti che come me sono affetti da deficit visivi il software qui descritto non è accessibile né utilizzabile, pertanto l'unica alternativa per progettare una rete è provarla con dispositivi fisici simili a quelli da acquistare.
Per consultare i tutorial per l'utilizzo di Graphical Network Simulator fare riferimento a questa pagina.
Per scaricare il software per le piattaforme principali cliccare qui.

05 febbraio 2014

BLOCCARE SITI WEB CON AVAST



Se come me utilizzate come antivirus Avast antivirus free e avete la necessità di bloccare l'accesso ad un sito web non occorre installare software aggiuntivi ma è sufficiente seguire la seguente procedura:
Innanzitutto aprire Avast, portarsi su "Impostazioni"; sulla finestra che si aprirà andare su "protezione attiva" e cliccare sull'icona a forma di ingranaggio posizionata vicino alla voce "protezione web".
Ora verrà aperta la finestra relativa alla protezione web, all'interno di quest'ultima cliccare su "Blocco siti", spuntare l'opzione "Abilita blocco siti" ed inserire l'URL da bloccare nell'apposito campo , quindi confermare le impostazioni tramite il pulsante "Ok".
Dopo aver impostato il blocco degli URL è consigliabile proteggere il software antivirus con una password per evitare che vengano modificate le impostazioni di blocco.
Per impostare una password seguire questa procedura:
aprire Avast, cliccare su impostazioni, proprietà generiche, e scorrere la finestra fino al campo “password”.
Dopo aver fatto ciò spuntare l'opzione "proteggi Avast con una password" e digitare la password che si intende utilizzare nei campi appositi.
Ora scorrere nuovamente la finestra fino alla sezione "aree protette" e spuntare la voce "accesso generale al programma".