gennaio 2012 |  http://www.cesariodeiako.blogspot.com

29 gennaio 2012

COME FAR FUNZIONARE L’ASSISTENTE VOCALE DI WINDOWS 7 SU UN SISTEMA OPERATIVO A 64 BIT

In questo post avevo descritto come far parlare in italiano l’assistente vocale di Windows 7, tuttavia la procedura sembra non andare a buon fine se si ha installato Windows 7 a 64 bit.
Per fortuna esiste una soluzione molto semplice a questo problema :
come prima cosa scaricare la voce italiana di Windows 7 da questa pagina ed al termine dell’installazione aprire le proprietà del file appena scaricato e scorrere fino alla scheda “compatibilità” ,successivamente inserire il flag alla casella “esegui in modalità compatibilità per:” ed impostare la compatibilità su “Windows XP service pack 3” ed eseguire l’installazione normalmente.
al termine dell’installazione entrare nell’assistente vocale di Windows 7 e cliccare sul pulsante “impostazioni voce” e scegliere come voce predefinita la voce “ScanSoft Silvia_Dri_40:16KHz” e cliccare sul pulsante “Ok”.
Se la procedura non dovesse funzionare provare a seguire il seguente procedimento:
come prima cosa lanciare l’assistente vocale di Windows 7 ,in seguito aprire il menù start e scrivere cmd e cliccare sul primo risultato.
Una volta entrati nella riga di comando digitare il seguente percorso :
C:\Windows\SysWOW64\Speech\SpeechUX\sapi.cpl
Si tratta di un comando che fa apparire una finestra analoga a quella della scelta delle voci nell’assistente vocale di Windows 7 ma in cui compaiono tutte le voci istallate sul computer comprese quelle a 16 bit e non solo l’unica registrata a 32 bit “Microsoft Anna –English”.
Una volta aperta la finestra settare come voce predefinita “ScanSoft Silvia_Dri_40:16KHz”.
Se ancora questa seconda procedura non dovesse andare a buon fine, scaricare la voce eSpeak italiana  per Windows 7 a 64 bit dal sito ufficiale e settarla come voce predefinita nell’assistente vocale.

21 gennaio 2012

COME TRASFORMARE UNA CARTELLA IN UN UNITÀ DISCO UTILIZZANDO VISUAL SUBSP

Molte volte può risultare molto utile trattare una cartella come se fosse una chiavetta usb o un hard-disk.
Per fare ciò occorre un software leggero e completamente gratuito denominato Visual Subst.
Dopo aver scaricato ed installato il software lanciare Visual Subst e selezionare la lettera di unità da assegnare alla cartella come ad esempio a:\ ed il percorso della cartella che si vuole associare alla lettera.
Per effettuare quest’operazione ad ogni accesso in windows, spuntare la voce “apply virtual drives on windows startup”;
per cancellare un associazione effettuata in precedenza è sufficiente selezionare l’unità selezionata e successivamente cliccare sul pulsante che rappresenta una X rossa.
Per scaricare Visual Subst fare riferimento a questa pagina.

15 gennaio 2012

COME VELOCIZZARE L’AVVIO DI WINDOWS 7 CON UN PROCESSORE A PIÙ CORE

Molti non sanno che Windows 7 usa un solo core del processore per effettuare l’avvio: questo porta a un rallentamento nella fase di bootstrap.
Per fortuna esiste una soluzione anche a questo problema :
come prima cosa  aprire il menù start di Windows 7 e scrivere msconfig  ed aprire il software mostrato nel primo risultato.
In seguito portarsi sulla scheda “Opzioni di avvio” e successivamente selezionare l’installazione di Windows interessata .
Una volta fatto ciò cliccare sul pulsante “Opzioni avanzate” e successivamente spuntare la voce “Numero di processori” ed impostarlo al  numero massimo dall’elenco sottostante.
Infine applicare le modifiche tramite il pulsante “Ok” e riavviare il sistema

07 gennaio 2012

COME STAMPARE UNA PAGINA WEB TRAMITE UN SEMPLICE LINK


A volte può tornare molto utile stampare il contenuto di una pagina web.
Per questo motivo vi fornirò il codice dello script necessario per fare ciò:
<a href="javascript:window.print()">Stampa questa pagina</a>
Il codice va applicato nel tag body nel punto in cui si desidera visualizzare il pulsante.

02 gennaio 2012

COME POSTICIPARE L’ATTIVAZIONE DI WINDOWS 7


Windows 7 richiede l’attivazione trascorsi i 30 giorni dall’installazione ,tuttavia è possibile rimandare l’attivazione di ulteriori 30 giorni per 3 volte ,in questo modo è possibile avere Windows 7 non attivato e completamente funzionante per 120 giorni.
Per fare ciò seguire la seguente procedura:
-scrivere sul menù start cmd ed eseguire l’applicazione con i diritti di amministratore; potrebbe apparire una richiesta del controllo account utente che ci informa di potenziali rischi per il sistema ;ignorarla e confermare.
-nella finestra che si aprirà digitare il seguente comando:
 slmgr.vbs –rearm
e riavviare il sistema al termine dell’operazione.
Per verificare che l’operazione sia andata a buon fine andare sulla finestra sistema dal pannello di controllo o dalle proprietà di “computer” e assicurarsi che il timer riporti “30 giorni rimasti per l’attivazione.”.
È necessario ripetere quest’operazione per 2 volte allo scadere dei 30 giorni .
Nota bene: non ripetere l’operazione prima dello scadere di dei 30 giorni perché così facendo il timer si azzera.